Era un uccellatore, comprendeva ogni loro verso e sapeva attirarli tutti…

Era una notte di luglio calda, serena, tranqilla; da quel grande fiume si alzava un leggero vapore che ci rinfrescava, qualche pesciolino guizzava rapido, gli uccelli avevano smesso di cantare, c’era un gran silenzio, tutto era stupendo e tutte le cose adoravano Dio. Solo noi due non dormivamo, io e quel giovane e ci mettemmo a parlare della bellezza di questo mondo divino e del suo sublime mistero. Ogni filo

Continue reading…

5